Moltiplicare l’impatto: le strategie di comunicazione per dialogare con le comunità

Lavorare nel campo dell’innovazione sociale, della cultura, della cooperazione internazionale implica un lavoro quotidiano sui territori, di ricerca di soluzioni, di produzione di contenuti ed eventi e di cura dei pubblici di riferimento. Gli strumenti di accountability (bilancio di impatto o bilancio sociale) rischiano di rimanere documenti fine a se stessi – anziché una leva di crescita e posizionamento dell’organizzazione – se non sono accompagnati da un piano di comunicazione mirato.

L’obiettivo di questo workshop di 4 ore è mettere a fuoco gli strumenti e le strategie più adatti a comunicare il valore e l’impatto generato dalla propria realtà, scegliendo con cura i canali, online e offline, da utilizzare per dialogare con i propri clienti e beneficiari – pubblici o privati – così come con finanziatori e donatori.

Attraverso l’utilizzo di strumenti come il personal branding canvas, la costruzione di un linea editoriale ad hoc e l’analisi di benchmark sulle soluzioni grafiche più efficaci, proveremo a definire insieme la strategia di comunicazione da adottare in ottica di impatto.

Docenti:

Letizia Melchiorre, socia di Kilowatt, è laureata in Comunicazione e specializzata in marketing digitale presso l’Università di Bologna. Co-fondatrice di SocialLAB, social media agency che sviluppa progetti di comunicazione digitale con l’obiettivo di aiutare le imprese (e non solo) a migliorare la propria presenza online, partendo da un percorso di formazione e consapevolezza. Collabora con numerose aziende in veste di consulente di comunicazione e web marketing e tiene numerosi corsi di formazione sul tema [tra cui UNIBO, Ecipar, FormArea, Irecoop, Legacoop Nazionale].

Massimo Tiburli Marini, nato a Roma nel 1978, sin da quando è capace di tenere una penna in mano scrive, prima per diletto, poi per professione. Durante il periodo universitario, che si conclude con una laurea in Scienze della Comunicazione presso l’università di Bologna, sperimenta la sceneggiatura e la regia. Si specializza a Torino con un master in Scrittura per l’audiovisivo e, scoperta una passione per la scrittura breve, nel 2006 inizia a lavorare come copywriter presso diverse agenzie pubblicitarie torinesi (InAdv, Domino), vince un premio per la direzione creativa ai Media Stars. Torna a Bologna nel 2011 e lavora come copy senior presso la Max Information (agenzia del gruppo Armando Testa), dove firma spot per clienti come De’Longhi, Euronics, Clementoni. Nel frattempo scrive favole, sceneggiature di documentari (L’equilibrio del Cucchiaino) ed è socio fondatore di Kilowatt e di K2, l’area della cooperativa dedicata alla comunicazione per cui segue progetti per diversi clienti tra cui Unipol, AIRC, Granarolo e l’Unione Europea.

Nicoletta Tranquillo, laureata in Economia presso l’Università Bocconi di Milano, ha approfondito le tematiche dello sviluppo sostenibile e le ha applicate in particolare alle politiche pubbliche, attraverso la gestione di progetti europei. Per diversi anni si è occupata di consulenza direzionale sui temi della sostenibilità, eco-innovation, climate change e responsabilità sociale d’impresa verso l’innovazione sociale e l’open innovation. Nel 2012 ha fondato Kilowatt, cooperativa startup innovativa e si occupa di promuovere e sostenere la nascita e diffusione di modelli di business innovativi, collaborativi, sostenibili nei campi dell’innovazione sociale, dell’economia circolare, del welfare, dell’agricoltura sociale.

Quando: lunedì 12 marzo, dalle 9.30 alle 13.30

Costo: 75€ + IVA (la quota comprende la partecipazione di 2 membri della stessa organizzazione)

Per info e iscrizioni scrivere a anna@kilowatt.bo.it